October 19, 2021

Quante volte vi sarà capitato nel corso della giornata di pensare anche solo per alcuni brevi momenti, a quale vita agiata e meravigliosa possano condurre i più grandi professionisti del trading online: tra spiagge esotiche assolate, computer portatili sempre in bella vista, circondati da belle donne e drink rinfrescanti.

Tutto questo magari dopo aver sfogliato la classica rivista finanziaria o soltanto un giornale, nelle cui pagine interne tra i tanti messaggi pubblicitari, lo sguardo si era per un attimo soffermato su uno di quei molti annunci inseriti in bella vista e studiati appositamente per attrarre lo sprovveduto:

“Disoccupato riesce a guadagnare 10.000,00 euro in poco tempo con il trading. Costruisciti anche tu una rendita operando con le valute”.

Talmente bello, che a leggere l’annuncio si resta alquanto increduli e si fa bene, visto che non tutto quello che viene riportato nel trafiletto è veritiero, d’altro canto che bisogno ci sarebbe di pubblicizzarlo in quel modo così tanto esagerato?

La realtà è invece un’altra e cioè che nella maggior parte dei casi ai gestori dei principali siti sul Trading specializzati interessa solo che tu sia invogliato ad iscriverti sulle loro piattaforme, che poi tu sia in grado o meno per un qualsivoglia motivo di saper svolgere questa attività, non è affar loro, il guadagno in questo caso è stato già realizzato, grazie alla scelta che tu stesso hai compiuto.

Ovviamente esistono professionisti che vivono agiatamente di questo, grazie al costante studio ed allo sviluppo di particolari tecniche che nel tempo gli hanno reso degli ottimi profitti. Il Trading non è affatto semplice anche se può essere reso accessibile a tutti, grazie alle nuove tecnologie.

Ai miei tempi avevo tra gli amici, alcuni trader che operavano in borsa usando il Telex, sicuramente i più giovani non sanno certamente di cosa sto parlando. Il Telex era un misto tra il vecchio fax ed il televideo e sfruttava la linea telefonica per fornire dei dati in tempo reale, ahimé sembra quasi un’altra epoca quella di cui vi sto parlando, ma a quei tempi era la consuetudine non c’era ancora internet e ci voleva un po’ più di fantasia e capacità per ingegnarsi, oltre ai capitali per investire in borsa.

Oggi è tutta un’altra cosa, in particolare dopo l’arrivo in ogni casa di connessioni super veloci e di tutta una serie di nuove tecnologie che hanno reso tutto sicuramente più semplice, attenzione! ciò non significa che questo lavoro o hobby che dir si voglia sia comunque alla portata di tutti.

Innanzitutto bisogna avere le competenze, per affrontare le turbolenze dei mercati e bisogna studiare un minimo per potersi avvicinare con accortezza a questo mondo, esistono dei libri che ti possono insegnare le nozioni fondamentali per iniziare, come esistono dei siti di video in rete (YouTube) dove si possono trovare molti tutorial di bravi trader che ci insegnano ad usare gli strumenti necessari per iniziare a fare trading, indicandoci la strada da seguire e dei quali far tesoro ed anche approfondire.

Innanzitutto, per poter fare trading su azioni, materie prime e valute bisognerà prima iscriversi su dei portali i cui broker sono ben conosciuti, in rete ce ne sono davvero molti, e informarsi se essi sono appartenenti a società solide e legali e non dalla dubbia provenienza, dai quali invece stare attenti.

Il consiglio per un neofita è quello di iniziare usando in principio solo dei conti demo, stando ben attenti a non farsi sedurre troppo facilmente, da eventuali profitti che potrebbero farci perdere il senso della misura. Quando si inizia bisogna informarsi ed avere molta pazienza nello studiare le tecniche più adatte da usare nel trading e fare tanta pratica, solo in questo modo si potrà poi passare ad investire sul conto reale da voi precedentemente attivato.

L’eventuale profitto dipenderà certamente da diversi fattori, come ad esempio: dal capitale investito, più investi più potrai guadagnare, ma stando ben attento anche al contrario. Un altro fattore da tener presente quando si svolge questa pratica è il tempo dedicato, c’è infatti chi lo considera soltanto un hobby che gli può servire per arrotondare ed altri invece che lo considerano un vero e proprio lavoro.

Sui tanti giornali in questi anni ci sono episodi davvero eclatanti di cronaca riportati su questo argomento a testimoniarlo, ad esempio l’episodio di: “un bancario che aveva lasciato la propria banca per dedicarsi completamente al Trading a tempo pieno, era riuscito a guadagnare molto, cosa che con un piccolo stipendio da impiegato non avrebbe mai potuto realizzare, per poi finire morto suicida perché aveva perso i suoi soldi e quello di molte persone che si erano fidate di lui”.

Mai lasciarsi andare a colpi di testa, azzardare qualche operazione può andar bene, ma solo se state usando il vostro capitale, ricordate che fare trading sulle azioni, materie prime o valute non è mai semplice, oltretutto quando i soldi non sono vostri ed il livello di tensione e stress può essere molto alto.

Accorgersi di essere capaci può portarvi a farlo diventare un vero e proprio lavoro, ma ricordate che ci vorrà del tempo, e che per operare per conto di altre persone serviranno delle qualifiche speciali.

Il trading segue delle regole matematiche, che bisogna conoscere e studiare oltre che saperle applicare, ma che non sono infallibili, esse si basano semplicemente su dei fondamenti statistici di una certa rilevanza.

Se volete iniziare, provate all’inizio con poco, magari rinunciando a soldi che usavate per altri sfizi non indispensabili, se li perdete pazienza, almeno non ne avrete subito un grosso danno.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Previous post Plus500: Broker online – la recensione
Next post Social Trading, cos’è? e perché può aiutarti a guadagnare molto.