Portafoglio Crittografico
Un portafoglio crittografico, sai cos’è?

Il portafoglio crittografico, cerchiamo di capire cos’è

Un portafoglio crittografico non è altro che un portafoglio digitale che consente alle persone di gestire in modo semplice e sicuro le proprie disponibilità valutarie detenute in criptovalute, consentendo in questo modo l’archiviazione, oppure l’invio o la ricezione delle stesse attraverso l’innovativo sistema che ne controlla e garantisce la sicurezza gestionale. 

Certamente il portafoglio crittografico non può non essere utilizzato da chi o per lavoro o per altro scopo ha la necessità di dover negoziare in criptovalute. I portafogli crittografici è bene dirlo, in realtà non memorizzano affatto le vostre monete, ma piuttosto soltanto le chiavi crittografiche di cui si è in possesso: la chiave pubblica, in pratica, molto simile ad un numero di conto, e una chiave privata, che funge da vera e propria password.

I Diversi tipi di portafogli crittografici

I portafogli crittografici sono disponibili in diversi formati, ognuno dei quali ha caratteristiche e vantaggi che li rendono certamente unici. Nel menzionarne alcuni, non possiamo non andare a soffermarci sui portafogli hardware, tipo Trezor e Ledger, che sono certamente i più sicuri, ma anche i più costosi. 

Approfondendo il discorso viene naturale poi dirigerci sui portafogli software, inclusi quelli desktop, mobili e online, i portafogli per essere chiari tra i più comunemente utilizzati dai clienti e dire che essi offrono sicuramente un discreto bilanciamento tra la richiesta di sicurezza e quella di sentirsi a proprio agio nell’utilizzarli. 

Al termine di questo nostro viaggio, troviamo infine, i paper wallet che sono semplicemente dei pezzi di carta su cui sono stampate le chiavi pubbliche e private. Ogni tipo di portafoglio come si è visto ha sempre i suoi vantaggi ed i suoi svantaggi e le persone scelgono in base alle proprie esigenze e preferenze.

Perché hai bisogno di un portafoglio crittografico?

Di certo possedere un portafoglio crittografico è diventato oggigiorno di fondamentale importanza se si desidera, avere diversi tipi di monete e scambiarle con altri. 

Questo, perché il portafoglio crittografico consente di mantenere al sicuro le disponibilità che si detengono in criptovaluta ed in più facilita enormemente le transazioni. 

Senza un portafoglio crittografico, non saresti in grado di accedere ai tuoi fondi perché sono archiviati sulla blockchain, che richiede chiavi univoche (fornite dal tuo portafoglio) per accedervi.

Conclusione

Il mondo delle criptovalute ha raggiunto in questi ultimi anni delle dimensioni davvero impensabili fino a poco tempo fa e questo oltre a renderlo un’opportunità interessante fa si che molto spesso si possa anche incorrere in rischi che è bene non sottovalutare mai, tieni ben presente che il tuo portafoglio crittografico è la tua porta di accesso personale che ti consente di entrare in questa nuova realtà. 

Ricorda, a seconda di chi sei e delle tue esigenze, che il giusto tipo di portafoglio scelto per effettuare le diverse transazioni in criptovaluta può fare certamente la differenza. 

Assicurati, quindi di condurre ricerche adeguate e prendi decisioni informate se non vuoi correre inutili rischi.

La conoscenza è certamente il fondamento su cui fare affidamento e non restare poi delusi dai facili entusiasmi iniziali.

Trade.com

Trade.com, è certamente, tra i numerosi Broker finanziari, uno dei marchi più conosciuti ed apprezzati nell’ampio mercato dei capitali europeo, ivi compreso il nostro paese.

La fiducia di cui gode la società presso gli investitori, è sicuramente elevata, ed è dovuta a delle sue ben specifiche peculiarità che non riguardano soltanto l’offerta di servizi rivolti al cliente e che devono però, essere certamente tenute in grande considerazione.

Di sicuro, tra gli argomenti che andremo a breve a trattare, vi è innanzitutto quello riguardante l’ottima offerta di titoli ed asset davvero ampia che il Broker riesce ad offrire tramite i CFD, tutto ciò, in abbinamento agli elevati standard di sicurezza e qualità presenti sulla piattaforma di trading che servono per meglio tutelare il cliente nel suo approccio agli investimenti sui mercati.

E’ proprio attraverso i Contratti per Differenza che questa prestigiosa società di intermediazione online consente all’investitore di poter effettuare le proprie negoziazioni sui mercati senza dover pagare alcuna commissione di trading.

Attraverso questa nostra accurata recensione, pertanto intendiamo descrivervi fin nei minimi dettagli le caratteristiche salienti di questo interessante Broker di intermediazione finanziaria, offrendovi in questo modo una panoramica certamente completa dei principali servizi contenuti sulla piattaforma, non trascurando allo stesso tempo di parlarvi anche della sicurezza, e di come Trade.com garantisce questo aspetto.

Iniziamo subito con una scheda che mostra i dati salienti di Trade.com:

Mercati 💹Azioni, ETF, Indici, Forex, Materie Prime, Criptovalute
Sito web 📑Trade.com
Sede legale 📌Cipro
Tipologia 🛠Broker CFD
Piattaforme 📟Piattaforma Web, Metatrader 4 e 5, App mobile
Deposito minimo 💰100 €
Licenze 🔖CySEC, CONSOB

Indice

  • Trade.com è sicuro?
  • Come aprire un conto su Trade.com
    • Conti disponibili su Trade.com
    • Conto Demo Trade.com
  • Depositi e prelievi su Trade.com
  • Trade.com: Piattaforme di trading
    • WebTrader
    • App di trading
    • MetaTrader
  • Trade.com : mercati disponibili
    • Servizi Trade.com
  • Costi e commissioni Trade.com
  • Assistenza clienti Trade.com
  • Trade.com: Recensioni e opinioni reali
  • Conclusioni
  • FAQ

Mi posso fidare di Trade.com?

Certamente si! Inizieremo, dunque subito con il parlarvi del grado di affidabilità e sicurezza, della piattaforma di trading online, approfondendo l’argomento sotto tutti gli aspetti, in quanto punti essenziali e qualificanti da conoscere prima di compiere la scelta di registrarsi al sito del Broker ed effettuare gli investimenti.

Molte volte, inizialmente si è alquanto restii, in quanto si ha paura di essere raggirati ma in questo caso non c’è da averne affatto, Trade.com è un broker conosciuto e tra i più affidabili sul mercato. Trade.com è parte della Trade Capital Markets (TCM), una società registrata a Cipro e  regolamentata dalla CySEC (Cyprus Securities and Exchange Commission).

Innanzitutto, bisogna sapere che il grado di affidabilità e sicurezza quando si vanno ad effettuare degli investimenti non riguarda più in generale soltanto il rispetto delle più elementari norme messe in atto per garantire che tutto ciò funzioni e sia all’altezza del compito, utilizzare: la crittografia del sito o l’autenticazione a due fattori, sono sì, delle precauzioni importanti, ma il fattore da tenere ben presente è certamente quello di assicurarvi di utilizzare una società regolamentata, come può esserlo di certo, Trade.com.

Ma che significato ha per un Broker essere in possesso della licenza CySEC?

Dovrà necessariamente:

  • Secretare i conti degli utenti e separarli da quello dello stesso Broker online. Trade.com non potrà accedere ai fondi dei suoi utenti in nessun caso senza l’autorizzazione degli stessi.
  • Aderire al fondo di copertura per gli investitori, che copre fino a 20.000 euro per ogni conto, nel caso il Broker sia insolvente.
  • Proteggere il conto dal saldo negativo, limitando le perdite massime possibili a quanto realmente detenuto sul conto stesso.

Come aprire un conto su Trade.com

Aprire un conto su Trade.com è relativamente semplice, basta soltanto seguire questo link di affiliazione:

Registrati gratis su Trade.com

Compilate il form e seguite le istruzioni presenti nel sito web. Dopo aver immesso tutti i dati è necessario fare un test previsto dalla direttiva MiFID, che individua il vostro livello di conoscenza dei mercati finanziari.

A questo punto potrete avviare la modalità Demo, della quale parleremo in modo più approfondito in un apposito paragrafo, oppure effettuare un deposito e accedere subito al conto reale.

Nel caso scegliate il conto reale dovrete necessariamente sottoporvi alla verifica dell’identità personale, prevista dalle leggi anti-riciclaggio.

Questa procedura prevede l’invio della copia di un documento d’identità e di una prova di residenza non superiore ai 6 mesi.

Ricordatevi che non potrete prelevare fino alla conclusione di questa procedura d’identificazione.

Conti disponibili su Trade.com

Nel caso avete deciso di procedere effettuando un primo deposito e dopo aver eseguito il riconoscimento dell’identità tramite procedure KYC, potete scegliere fra 4 tipologie di conto: Silver, Gold, Platinum, Esclusivo.

La tipologia di conto che vi viene assegnata è decisa dalla stessa società di cui il Broker online ne è parte, a seconda della quantità di denaro detenuto nel conto stesso. Ecco le caratteristiche di ogni conto:

  • Silver è un conto che può essere aperto anche con soli $ 100 , offre l’analisi giornaliera, il trading da dispositivo fisso o mobile, l’assistenza clienti 24/24, il calendario economico. Lo spread medio per la coppia EUR/USD è di 3 pip.
  • Gold ha le stesse caratteristiche del Silver ma bisogna avere sul conto oltre $ 10.000. A quel punto avrete alcuni servizi aggiuntivi come un account manager dedicato, l’analisi premium e l’accesso alla Trading Central. Lo spread medio per la coppia EUR/USD è di 1,5 pip.
  • Platinum ha le stesse caratteristiche del Gold ma bisogna avere sul conto oltre $ 50.000. Si può accedere al supporto premium e lo spread medio per la coppia EUR/USD è di 1,2 pip.
  • Esclusivo ha le stesse caratteristiche del Platinum ma bisogna avere sul conto oltre $ 100.000. Lo spread medio per la coppia EUR/USD è di 1 pip.

Conto Demo Trade.com

Su Trade.com il conto demo è gratuito e permette di fare trading utilizzando soltanto del denaro virtuale.

Su questa tipologia di conto avrete a disposizione $ 10.000 praticamente illimitati e potrete passare facilmente da un conto reale al conto Demo con un semplice clic.

Clicca qui e accedi subito al conto Demo Trade.com

Depositi e prelievi su Trade.com

Qualora si decida di accedere ai conti reali messi a disposizione da Trade.com si avrà certamente l’esigenza di dover depositare del denaro prima di poter effettuare eventualmente i propri investimenti, in quest’ultimo caso i metodi più utilizzati ed accettati dal Broker online sono:

  • Carte di credito/debito.
  • Bonifico bancario verso un conto bancario con IBAN italiano.
  • Neteller/Skrill, per chi dispone di uno di questi conti online.

Come vi sarete accorti, il deposito minimo richiesto per poter aprire un conto di trading è di solo $ 100.

Con questi metodi è possibile non solo depositare ma anche prelevare e se userete le carte di credito non avrete un prelievo minimo richiesto, mentre tramite bonifico bancario la somma da prelevare non dovrà essere inferiore ai 100 euro per volta.

Trade.com: Piattaforme di trading

Questa società offre a tutti i suoi clienti un’amplissima scelta anche per ciò che riguarda le diverse piattaforme di trading operative che si possono utilizzare in modo del tutto gratuito in riferimento alla negoziazione sui mercati attraverso i CFD.

Le piattaforme di trading operative disponibili su Trade.com sono:

  • WebTrade
  • MetaTrader 4
  • MetaTrader 5

WebTrader

WebTrader è una piattaforma sviluppata dal team di Trade.com ed è un software web-based, ovvero che funziona su ogni dispositivo, basta semplicemente un browser web.

Questa  piattaforma molto semplice e intuitiva è stata realizzata per permettere a chiunque di fare trading online, anche se sprovvisto di esperienza sui mercati finanziari.

Le principali caratteristiche di WebTrader sono:

  • Oltre 2.100 strumenti disponibili
  • Interfaccia facile da usare per esecuzioni più rapide
  • Navigazione semplice
  • Indicatori e Grafici avanzati
  • Trading anche da dispositivi mobili
  • Assistenza online 24 ore su 24 e 5 giorni su 7

Clicca qui e accedi subito alla WebTrader

App di trading

Il lancio di WebTrader ha fatto si che il Broker online sviluppasse anche un’App per smartphone derivata dal software per PC.

Questa applicazione è disponibile sia per iOS che per Android e offre la possibilità di accedere ai principali mercati consentendo in questo modo ai clienti di poter negoziare anche quando non si ha la possibilità di poter utilizzare un PC.

Le funzionalità sono assai simili a quelle della piattaforma WebTrader ma con degli ovvi limiti dovuti principalmente all’uso dei dispositivi per i quali essa è stata progettata.

Degni di menzione e molto utili gli alert inclusi che possono ovviamente essere impostati e che, consentono previa notifiche push, di generare delle rapide reazioni a movimenti repentini del mercato inizialmente non previsti.

Per quanto riguarda i grafici, anche in questo caso essi si presentano molto meno dettagliati rispetto a quelli esistenti sulla piattaforma desktop, ma ciò è dovuto essenzialmente alle ridotte dimensioni dello schermo di uno smartphone.

MetaTrader

I  trader più scaltri e con tanta esperienza sui mercati sono più avvezzi ad utilizzare la famosa piattaforma MetaTrader  nella sua versione 4 oppure nella recente versione 5.

A differenza della piattaforma WebTrader, la MetaTrader dev’essere scaricata e installata sul dispositivo che volete usare per negoziare sui mercati, quindi è vincolata al PC o al dispositivo che state utilizzando.

Nonostante sia un software professionale è disponibile anche qui in forma gratuita e può essere come detto, scaricata sia in versione per PC che per Mac.

I principali vantaggi della MetaTrader sono:

  • Disponibilità dell’interfaccia desktop e di quella mobile
  • Una delle piattaforme più diffuse e collaudate
  • Estrema personalizzazione degli strumenti
  • Trading automatico, grafici integrati e notifiche sulle posizioni di trading
  • Supporto disponibile 24 ore su 24 e 5 giorni su 7

Clicca qui e scarica subito la MetaTrader 4

Per chi invece intende avvalersi di qualcosa di più moderno, veloce ed efficiente, mantenendo però lo schema utilizzato nella piattaforma MetaTrader classica, ecco la versione 5, disponibile in versione desktop o mobile:

Scarica gratis la MetaTrader 5 da questo link

Trade.com : mercati disponibili

In ogni caso, qualsiasi piattaforma di trading si andrà a scegliere, o conto si andrà ad attivare, compreso quello in Demo, si avrà accesso in ogni caso a oltre 2.100 assets sui cui poter negoziare.

Si potranno effettuare negoziazioni su questi mercati:

  • Obbligazioni: 4 bond governativi disponibili per il trading con leva massima 1:5
  • Materie prime: Circa 20 commodities disponibili. La leva massima è 1:10.
  • Forex: Oltre 55 coppie di valute fra principali, minori ed esotiche, con una leva massima  di 1:30.
  • Criptovalute: Oltre 10 Crypto negoziabili con i CFD, tra cui Bitcoin, Ethereum, Ripple, ecc. Con leva massima di 1:2.
  • Indici: Circa 26 indici (tra cui il nostro FTSE MIB). La leva massima è 1:20.
  • Azioni: Oltre 2.000 CFD azionari provenienti da circa 20 paesi (tra cui l’Italia). La leva massima è 1:5.
  • ETF: Circa 50 ETF globali negoziabili con leva massima 1:5.

Trade. com offre ai propri clienti una leva massima di 1:30 come da disposizione ESMA e permette di negoziare anche su micro quantitativi, in modo tale che si possa investire anche soltanto delle piccole cifre.

Trade.com Servizi Offerti

Fra i servizi offerti ai clienti da questa prestigiosa società si possono senza dubbio evidenziare:

  • Le Notizie di mercato con le principiali news economiche e finanziarie a livello globale.
  • Il Centro formativo con una raccolta di video tutorial, sia adatti ai neofiti che ai trader più esperti, che offrono spiegazioni su numerosi argomenti attinenti al trading online.
  • Il Calendario economico con gli eventi più importanti che possono influenzare i mercati.
  • La Trading Central,  un vero e proprio centro di analisi finanziaria con strumenti molto professionali.

Costi e commissioni su Trade.com

Come già saprete Trade.com, quale Broker di CFD non ha commissioni di trading, ma ovviamente in questa nostra recensione dobbiamo comunque analizzare ogni costo, in questo modo non avrete alcuna sorpresa, se deciderete di utilizzare questo intermediario per effettuare i vostri investimenti.

Lo spread  come ben saprete è la differenza fra prezzo bid/ask (acquisto/vendita) detto ciò, quello usato dal Broker nelle negoziazioni è alquanto ristretto. Questo fa sì che il costo addebitato sia sempre incluso nell’operazione che una volta chiusa vi darà un rendimento netto.

Abbiamo notato anche livelli di spread (differenti per ogni titolo) nel paragrafo riguardante i conti di trading. I conti di livello superiore per ovvie ragioni prevedono degli spread più ristretti.

I depositi e i prelievi sono sempre gratuiti.

Vi ricordiamo altresì di non lasciare il conto inattivo oltre i 90 giorni, poiché fareste scattare una commissione d’inattività pari a $25/mese. Per evitare che ciò accada vi basterà accedere al conto almeno una volta al mese, anche senza che voi dobbiate effettuare operazioni.

Inoltre, se deciderete di tenere aperte delle posizioni durante la notte, cioè fino al giorno seguente pagherete lo swap o rollover. Questo tipo di commissioni sono molto basse e in linea con tutti gli altri competitors del settore, tuttavia è bene tenerne conto se decidete di fare operazioni a più lungo termine.

Anche per quanto riguarda la valuta con la quale state negoziando, è bene sapere che se essa è diversa da quella in cui  l’asset è quotato come nel caso di acquisto di azioni USA quotate in dollari e conto in euro, pagherete un supplemento al tasso di conversione della valuta dello 0,3%.

Assistenza clienti Trade.com

L’assistenza clienti offerta da Trade.com può essere contattata attraverso questi metodi:

  • Chat dal vivo
  • E-mail
  • Telefono (numero cipriota)

In questo caso, abbiamo utilizzato tutti i diversi metodi previsti e possiamo affermare con una certa soddisfazione che la chat funziona bene. Il telefono, invece non offre assistenza in italiano e le e-mail hanno dei tempi di risposta di circa 24 ore.

Pertanto, è  bene controllare prima se la vostra richiesta non sia già presente nelle FAQ del sito prima di fare domande al supporto tecnico.

Per i problemi amministrativi è preferibile usare la e-mail, che però non è consigliabile per problemi urgenti viste le tempistiche medie di risposta.

Trade.com: Recensioni e opinioni reali

Alla ricerca di recensioni e opinioni reali su Trade.com, abbiamo analizzato centinaia di pagine web e di social network.

In definitiva possiamo affermare senza paura di essere smentiti che Trade.com ha delle ottime recensioni sia da parte dei professionisti del settore che da parte degli utenti che utilizzano la piattaforma.

Conclusioni

Trade.com è certamente un Broker CFD di sicuro affidamento, che offre di fare trading sulla piattaforma senza applicare commissioni, ha degli spread piuttosto ristretti e fornisce un’ampia scelta di asset e titoli su cui è possibile negoziare.

La società di intermediazione mette a disposizione dei clienti 3 piattaforme di trading per andare incontro alle esigenze di tutti i trader permettendo inoltre di aprire un conto Demo gratuito e illimitato dove potersi esercitare senza correre alcun rischio.

Clicca qui e prova gratis il conto Demo di Trade.com

FAQ

Trade.com è sicura?

Assolutamente si, la società è provvista di regolare licenza CySEC che gli permette di offrire i suoi servizi in ambito europeo.

Dove ha sede Trade.com?

La sede legale di Trade.com è a Cipro.

Che commissioni ci sono su Trade.com?

Questo Broker non fa pagare alcuna commissione di trading, né per depositare o prelevare denaro.

Trade.com offre un conto Demo?

Si, il conto Demo di Trade.com è gratuito e illimitato.

Macd
Il Macd cos’è, e perché lo si usa nel trading online

L’indicatore Moving Average Convergence Divergence, o MACD, è uno degli indicatori di analisi tecnica più conosciuti ed usati da chi opera in trading sui principali mercati azionari internazionali. Il Macd è semplicemente quell’indicatore che può sicuramente aiutarti ad identificare delle tendenze in corso, individuare segnali e/o anticiparne di nuovi. 

In taluni casi risulta alquanto redditizio fare trading quando si manifesta l’inizio di una tendenza, poiché è in questo frangente che si può più facilmente ottenere il miglior profitto.

Se desideri avere maggiori informazioni al riguardo, inerenti questo argomento, continua a leggere per intero questo nostro articolo. Potresti anche voler conoscere tutti gli altri indicatori tecnici usati dai trader sui mercati. In realtà, puoi combinarli insieme se questo ti aggrada in modo da ottenere dei risultati di certo migliori, rispetto a quelli fin qui ottenuti.

La linea del MACD incrocia la linea del segnale e la linea dello zero in punti specifici sul grafico. Il crossover indica quindi, una tendenza al rialzo o al ribasso e i potenziali segnali di acquisto vengono prodotti quando il MACD, incrocia, sopra o sotto lo zero.

Si segnala una tendenza ribassista quando la linea del MACD, incrocia la linea del segnale scendendo sotto lo zero. Questo crossover può verificarsi in tanti modi differenti ed i trader dovrebbero evitare di fare affidamento solo ed esclusivamente sull’indicatore MACD per operare in trading. È importante, anche considerare l’eventuale volatilità del titolo sottostante preso in esame quando si va ad utilizzare questo indicatore, in riferimento allo stesso, nel momento in cui si vanno ad effettuare talune operazioni.

Per non dilungarsi oltremodo, si può affermare certamente e con cognizione di causa che il MACD è essenzialmente una media mobile della differenza tra due medie mobili esponenziali. La prima linea è chiamata MACD e viene tracciata come la distanza intercorsa tra le due medie mobili esponenziali. Come avviene con altri tipi di oscillatori, che in seguito in altri articoli andremo ad approfondire, il MACD non ha una scala di valori standardizzata, quindi è utile per identificare le tendenze.

Può in molti casi anche aiutarti a individuare le inversioni. Nel caso si verifichi una diminuzione della linea del MACD, dovresti essere consapevole di dover vendere l’asset che si possiede in quel momento in portafoglio se non si vuole incorrere in perdite d’importo assai elevato.

L’indicatore MACD si basa fondamentalmente su tre precisi parametri temporali, o medie mobili esponenziali (EMA). Questi parametri sono generalmente indicati come MACD(a,b,c). La serie MACD è la differenza tra EMA con caratteristiche diverse.

Questa differenza, può risultare utile in quanto ci consente di poter identificare in anticipo quei piccoli cambiamenti che possono verificarsi nella forza di una tendenza. I segnali dati dal MACD potrebbero richiedere dei piccoli adattamenti, che andremo a correlare con altri indicatori, come ad esempio l’RSI. Tutti questi indicatori sono degli strumenti certamente utili ed in grado di poterti aiutare nel prendere le migliori decisioni di trading in particolar modo in alcuni frangenti, caratterizzati da alta volatilità.

Come utilizzare l’indicatore MACD, sui mercati finanziari
Se sei alla costante ricerca di un indicatore di trading da poter usare nel breve termine, l’indicatore MACD è quindi una delle migliori scelte che hai a disposizione. Può aiutarti in certe fasi di mercato a determinare con precisione quando una tendenza si sta invertendo o continua a muoversi oscillando in entrambe le direzioni.

Poiché è un indicatore a breve termine, è particolarmente utile per quei trader che operano per lo più sul breve periodo.

Puoi utilizzare la piattaforma Etoro, che offre spread ridotti, nessuna commissione nascosta e accesso a oltre 10.000 strumenti.
La formazione di una divergenza sul grafico è un altro importante segnale che da il MACD al trader sul mercato. Quando infatti, l’indicatore inizia a muoversi scendendo verso la linea dello zero, si ha il segnale di una possibile inversione. Tuttavia, bisogna ricordare ai tanti lettori che esso può anche essere un falso segnale. Spesso infatti, non viene segnalata alcuna inversione di tendenza, anzi è invece possibile esattamente l’opposto con l’insorgere di falsi movimenti che possono indurre all’errore.

Una divergenza tra prezzo e MACD viene spesso interpretata come un’opportunità di vendita, poiché questi eventi usualmente precedono in molti casi le inversioni di prezzo in riferimento ad un qualsiasi asset.
Il MACD è un indicatore in ritardo, ciò sta a significare che l’indicatore si caratterizza per la segnalazione di movimenti di prezzi già avvenuti e quindi deve “ritardare” il prezzo.

Detto ciò, questo non significa affatto che dovresti ignorarlo anzi; usalo, invece per individuare potenziali cambiamenti di tendenza. Se il MACD individua un cambiamento di tendenza, è un chiaro segnale che certamente qualcosa sta per accadere. In riferimento a ciò, dovresti usare il MACD per valutare se la tua strategia in quel momento adottata sui mercati sia adeguata oppure meno.

Libertex Broker
Libertex: Leggi la recensione sul Broker online

Sei alla ricerca di un broker altamente affidabile con cui poter iniziare a fare trading sul forex? Allora Libertex merita certamente la dovuta attenzione.

Incominciamo col dire che questa famosa piattaforma di trading online addebita commissioni ragionevoli per ogni transazione effettuata e utilizza spread ristretti da 0,1 pips, interessante non trovi? in questo modo ti sarà certamente più facile sapere quanto ti costerà fare trading online.

Con Libertex avrai la possibilità di poter tradare su tre diverse e potenti piattaforme di trading online avendo a tua disposizione un’ampia varietà di risorse da gestire.

Ricorda che Libertex è un broker regolamentato. L’azienda offre i propri servizi di trading online per i diversi traders provenienti dell’area EEA e Svizzera.  

Ora che hai sentito parlare di Libertex, ti piacerebbe provare la nuova piattaforma di trading online? Visita questa pagina ed ottieni maggiori informazioni su questo interessante broker di servizi finanziari

“I CFD sono strumenti complessi e presentano un rischio elevato di perdere denaro rapidamente a causa della leva finanziaria. Il 77,77% dei conti degli investitori al dettaglio perde denaro quando fa trading di CFD. Dovresti considerare se comprendi come funzionano i CFD e se puoi permetterti di correre il rischio di perdere i tuoi soldi”.

Nella nostra recensione su Libertex, ti faremo conoscere tutte quelle caratteristiche che rendono la piattaforma affidabile e facile da usare in modo che tu possa farti un’idea più completa su di essa riflettendo se sia o meno la piattaforma adatta alle tue esigenze per poter iniziare a fare trading.  

Libertex è un broker online che offre un’intera gamma di assets sottostanti quali CFD su forex, azioni, criptovalute e molto altro.


Cosa offre Libertex ai suoi clienti?
Libertex offre la possibilità ai suoi tanti clienti di poter effettuare operazioni di trading online potendo contare su oltre 250 differenti tipi di assets sottostanti.

Hai quindi, la possibilità di poter fare trading con CFD su 50 diverse coppie di valute sul forex, nonché su tutta una miriade di materie prime come il petrolio e l‘oro e su oltre 43 delle principali cripto valute fra le più popolari tra i trader.

Libertex offre anche la possibilità di poter effettuare transazioni su una piccola quanto interessante gamma di CFD su azioni ed ETF oltre che su ben 19 indici globali CFD.

Detto ciò, è da tener presente che la sua varietà di offerte riguardanti il mercato azionario non è paragonabile per vastità ai tradizionali broker azionari.

Libertex, come detto offre l’opportunità di poter fare trading su oltre 250 tipi differenti di CFD presenti sul mercato forex oltre ad azioni, criptovalute e materie prime.

In particolare, tutti gli assets sottostanti offerti da Libertex sono negoziati come CFD (contratti per differenza).

Questo significa solo che il broker invece di assumere la proprietà dell’attività sottostante, parliamo in questo caso dell’euro, quando si fa trading sulla coppia forex EUR/USD CFD, si va ad acquistare semplicemente un contratto che riflette le variazioni del prezzo dell’attività sottostante.

I CFD sono ampiamente utilizzati per il forex e il trading di materie prime ed eliminano i tanti problemi che derivano dal possesso effettivo di valute estere.

Nota che non solo puoi fare trading di CFD con Libertex, ma puoi anche investire in azioni reali utilizzando il conto Libertex Invest a zero commissioni (si applicano gli spread di mercato).

Iscrizione alla Piattaforma di trading

L’apertura di un account su Libertex richiede per l’utente solo pochi minuti del suo tempo prima di poter in seguito essere pienamente operativo.

La registrazione di un account con Libertex è quindi, veramente molto semplice richiedendo solo pochi minuti.

Puoi registrarti utilizzando il tuo indirizzo e-mail, anche se dovrai fornire alcuni dettagli personali come il tuo indirizzo e numero della tua carta d’identità.

Libertex richiede inoltre che tu proceda alla verifica della tua identità online al fine di rispettare le norme internazionali sull’antiriciclaggio.

Quindi, dovrai caricare una copia della tua foto del passaporto o della tua patente e fornire una prova dell’indirizzo come può esserlo ad esempio (una bolletta).

Una volta impostato il tuo account, Libertex richiede un deposito minimo di € 100 prima di poter iniziare a fare trading.

La piattaforma accetta diversi metodi di pagamento, inclusi bonifici bancari e carte di credito o di debito.

Successivamente, puoi iniziare a fare trading sul mercato utilizzando qualsiasi assets sottostante disponibile.
La piattaforma Libertex è attualmente disponibile solo per gli utenti dell’area EEA e della Svizzera.


Piattaforme di Trading
Libertex offre ai clienti tre differenti tipi di piattaforme per fare trading online, eccole: la piattaforma proprietaria Libertex e la MetaTrader 4, (così come la sua ultima versione MT5). Tutte loro sono disponibili per il Web ed anche per i dispositivi mobili, inoltre MetaTrader 4 è disponibile anche come app desktop.
 

La piattaforma di trading Libertex per il web
La piattaforma Libertex ti consente di poter operare con qualsiasi assets sottostante sia presente su di essa, inclusi CFD su forex, criptovalute, materie prime e azioni.

Offre una suite abbastanza completa di strumenti grafici che ti consentono di aggiungere studi tecnici tra i più conosciuti ed utilizzati e annotare i tuoi grafici.
Caratteristiche e servizi

Libertex è fornita di caratteristiche uniche che  fanno si che si distingua dagli altri broker online.

Libertex in effetti  è uno dei pochi broker CFD che addebita ai clienti delle commissioni commerciali di trading competitive e spread molto ristretti.

Puoi trovare tutti i dettagli qui: https://libertex.com/specification. Questo rende certamente più semplice conoscere esattamente quanto pagherai per ogni tua operazione di trading online. Gli spread CFD forex utilizzati dal broker sono in genere al di sotto della media del settore.

Attualmente puoi negoziare CFD su Crypto a zero commissioni (si applicano altre commissioni).

Libertex offre anche le piattaforme MetaTrader 4 e 5 per quei trader più smaliziati che amano operare sui CFD.

Uno dei vantaggi di fare trading usando i CFD è che puoi usare la leva sulle tue operazioni su Libertex. Il broker applica una leva fino a 30:1 per le principali coppie forex a tutti i traders.

Libertex offre inoltre a tutti un conto di trading demo gratuito che prevede un importo virtuale di ben € 50.000 per aiutarti a fare trading in modo che tu possa imparare dai tuoi stessi errori.

Il Conto Demo presente sulla piattaforma di trading Libertex ti offre la possibilità di provare diverse strategie senza alcun rischio.

Libertex è regolamentato dalla Cyprus Securities and Exchange Commission (CySEC) numero di licenza 164/12 , un rinomato watchdog finanziario.

Interessante che Libertex si sia uniformata con velocità alle leggi in vigore, rispettando quella sulla privacy e che il broker mantenga inoltre i fondi dei clienti separati dai propri.
 

Supporto
Libertex fornisce supporto tramite telefono, e-mail e chat dal lunedì al venerdì dalle 8:00 alle 18:00.

Inoltre, Libertex dispone di un servizio di conoscenza di base online in cui puoi trovare tutte le risposte alle domande più comuni.
C’è un problema sul sito web
Libertex è una rispettabile piattaforma di trading forex ed alta qualità, l’unica pecca riscontrata è che non ha l’ampia selezione di coppie di valute CFD o assets alternativi offerti invece da altri broker online.

Per fare degli esempi: CMC Markets offre CFD su oltre 300 coppie forex, mentre IG offre più di 80 coppie forex e migliaia di azioni.

Di IG possiamo dire che esso può svolgere il suo servizio anche negli Stati Uniti.

Al contrario, il principale svantaggio di queste piattaforme è che addebitano ai clienti spread variabili che possono essere fino a due volte più costosi delle commissioni fisse addebitate su Libertex, in particolare per quanto riguarda le coppie di valute CFD tradate sul forex, più popolari.
La nostra valutazione
Libertex si è affermata come una delle migliori piattaforme di trading online utilizzando come politica, quella dei costi bassi offerti ai clienti.

Questo broker online offre CFD su 50 diverse coppie di valute, oltre a diversi assets sottostanti riferibili a materie prime, criptovalute e indici azionari.

È tra i pochissimi broker ad addebitare commissioni competitive e con spread ristretti a partire da 0,01 pips soltanto.

Amazon
Grafico Amazon

Amazon.com, Inc. è un’azienda di commercio elettronico statunitense, con sede a Seattle nello stato di Washington. È la più grande Internet company al mondo.

[finviz ticker=AMZN]

E’ possibile investire in Azioni Amazon o attraverso una qualunque Banca che opera anche sul mercato americano, oppure aprendo un conto demo con un broker di trading online e comprare azioni Amazon attraverso il proprio conto trading.

L’investimento minimo è 50€, e in questo caso i costi si limitano al cambio da Euro a dollari USA che è un processo automatico. In sostanza comprare e vendere Azioni Amazon su eToro al momento è gratis, non si pagano commissioni.

eToro
Come effettuare dei prelievi su eToro e quale l’importo minimo.

Sei iscritto da tempo sulla piattaforma di trading online eToro e sei riuscito grazie anche e soprattutto alle tue capacità nonché allo studio dedicato alla materia stessa a conseguire finalmente dei buoni risultati ed ora vorresti finalmente poter prelevare parte dei tuoi cospicui profitti? Bene, allora sei arrivato nel posto giusto! Con questa nostra breve, quanto interessante guida ti andremo a spiegare con molta semplicità come adottare tutti quei piccoli accorgimenti che dovrai adoperare e che ti potranno servire per poter prelevare le varie somme su eToro, in modo facile e assai veloce.

Ti metteremo a conoscenza delle norme che regolano i prelievi sulla famosa piattaforma di trading online, guidandoti nelle tempistiche relative ai pagamenti ed altro ancora che dovresti infine sapere sui prelievi utilizzando eToro.

Quando posso effettuare prelievi su eToro?

Devi sapere che i prelievi su eToro si possono effettuare in qualsiasi momento della giornata tu lo desideri seguendo poche semplici regole.

La piattaforma di trading online, lascia agli utenti la più completa e totale libertà nella gestione dei fondi, sia quando si tratta di effettuare delle operazioni di deposito su eToro sia quando al contrario si tratta di prelevarle.

Come precedentemente accennato, il prelievo sarà eseguibile a talune condizioni e cioè che sul conto del cliente siano presenti dei fondi sufficienti a poter effettuare l’operazione.

Nel caso tu abbia delle posizioni aperte su determinati strumenti finanziari, devi sapere che non potrai ritirare questi tuoi fondi se essi risultano ancora investiti sul mercato.

Per effettuare il prelievo dovrai prima procedere con la chiusura delle eventuali posizioni aperte su tali strumenti.

Esempio: se nel conto c’è una somma pari a 2500$ investita in azioni, questa cifra non potrà essere prelevata fintantoché non si sarà provveduto prima a vendere la totalità dei titoli presenti in quel dato momento nel portafoglio.

Questa precisazione assolutamente dovuta,  ci porta alla conclusione che tutte le operazioni di prelievo effettuate su eToro, possono essere eseguite in ogni istante, ma rispettando quelle norme inserite nei termini che precedentemente abbiamo sottoscritto sui prelievi e liberamente accettate quando abbiamo scelto la piattaforma di trading online..

I Metodi di prelievo

Su eToro se s’intende effettuare un prelievo si hanno a disposizione diverse alternative, tra cui scegliere, in quanto si possono utilizzare differenti metodi di pagamento molti dei quali già utilizzati anche al momento del deposito.

Tra i principali metodi di pagamento tra cui si può scegliere c’è l’accredito su carta di credito/debito, il bonifico bancario, PayPal, Neteller, Skrill, Trustly e iDeal.

Ora andremo a mostrarti (come descritto nel paragrafo relativo al prelievo su eToro), nei particolari, come effettuare il prelievo sulla piattaforma. Ricorda che il metodo usato può essere scelto nel’istante stesso in cui si decide per l’importo del prelievo.

Ovviamente, a seconda del metodo che si andrà a scegliere cambieranno anche le tempistiche di accredito del saldo sul tuo conto.

Le Tempistiche dei prelievi su eToro

Le tempistiche sul prelievo delle varie somme di denaro esistenti sulla piattaforma eToro, come abbiamo accennato in precedenza, in altro paragrafo, sono indissolubilmente legate al metodo di pagamento che si va a selezionare, mentre i tempi di lavorazione riferiti al brooker sono quasi del tutto irrilevanti.

Detto ciò, possiamo affermare con la quasi ragionevole certezza che ci distingue che la piattaforma eToro offre a tutti i suoi clienti dei tempi di prelievo assolutamente nella norma.

Il tempo necessario a poter prelevare i fondi da eToro è nella maggior parte dei casi di 1-2 giorni lavorativi. In particolare, questo è sicuramente vero se si usa come metodo di pagamento i vari: PayPal, Neteller, Skrill, Trustly, iDeal, cioè le soluzioni attualmente più veloci offerte ai clienti della piattaforma.

Analogamente le tempistiche del prelievo risultano ovviamente maggiori arrivando anche fino a 10 giorni lavorativi, qualora si scelga come metodo di pagamento il bonifico bancario, oppure l’accredito su carta di debito/credito.

L’Importo minimo dei prelievi su eToro

L’importo minimo del prelievo su eToro è di 30$, attualmente corrispondenti a circa 27€.

importo minimo di prelievo su eToro

Qualora i fondi sull’account eToro fossero inferiori a 30$ ti consigliamo vivamente in questo caso di verificare se si hanno delle eventuali posizioni aperte su strumenti finanziari. In tal caso, si potrebbero chiudere tutte o solo in parte delle posizioni in modo da poter raggiungere il saldo minimo prelevabile risultando così autorizzato a ritirare l’importo prestabilito dalla piattaforma.

ISCRIVITI SU ETORO

Commissioni sui prelievi

Come accade per la maggior parte dei broker, anche su  eToro vengono applicate delle commissioni sui prelievi effettuati dai clienti.

Per quanto concerne l’importo da prelevare in realtà, allo stesso, vengono sottratti due differenti tipologie di commissioni, consistenti nel primo caso: in una commissione sul prelievo, nel secondo in una commissione relativa alla conversione della valuta, in questo caso (dollaro-euro).

Scopriamo più in dettaglio come si calcolano:

I prelievi effettuati su eToro come (da norme presenti nei termini di servizio) sono assoggettati ad una commissione “fissa” di 5$. Ciò sta a significare, quindi che ad ogni operazione effettuata per il prelievo, a prescindere dall’importo, i costi addebitati saranno di 5$.

A questi importi viene inoltre applicata un ulteriore commissione di conversione in valuta (dollaro-euro) questo perché come già saprai, la piattaforma eToro è usufruibile solo in dollari.

La commissione applicata ovviamente non è elevata, si tratta di infatti di soli 50 pips, corrispondenti a davvero pochi centesimi se si prende a riferimento un prelievo di 30$.

Quelli fin qui descritti sono gli unici costi applicati dalla piattaforma eToro ai suoi clienti. Nel caso si dovessero riscontrare degli ulteriori costi applicati al prelievo, questi quasi certamente sarebbero da addebitare esclusivamente alla scelta della banca di riferimento.

Guida per prelevare denaro su eToro

Ora che ti abbiamo fatto conoscere più da vicino e spiegato ogni singolo aspetto riguardo il funzionamento dei prelievi su eToro, vediamo di seguito come si può effettuare un prelievo da eToro, sia usando il pc che l’app da mobile.

Prelievi da pc

Per poter prelevare del denaro su eToro nella versione desktop devi seguire queste poche semplici istruzioni. Innanzitutto devi raggiungere la home del sito e cliccare sulla voce “prelevare fondi” che trovi nel menù presente sulla parte sinistra della schermata.

Una volta fatto ciò, avrai accesso ad una nuova pagina dove potrai indicare l’effettivo importo che vuoi prelevare. Ovviamente tieni sempre presente che nell’effettuare la scelta dell’importo da incassare ti verranno addebitati come da norme in vigore i 5$ di commissione.

Inserito l’importo da prelevare, clicca sul pulsate blu “continua”. Accederai ad un modulo di prelievo elettronico, dove si potrà scegliere il metodo di pagamento che più preferisci. Infine, clicca sul pulsante “invia” e l’operazione sarà completata.

Prelevi dall’app mobile

La procedura per i prelievi su eToro mediante l’app è assai simile a quella descritta in precedenza riguardo il ritiro delle somme tramite pc. Come avrai avuto modo di notare infatti, le interfacce dell’app e della versione desktop sono molto simili.

Per prelevare dovrai quindi cliccare sul pulsante situato in alto a sinistra una volta raggiunto la pagina home di eToro dall’app. In questo modo avrai accesso ad una schermata riportante varie voci, tra le quali dovrai trovare quella su cui cliccare: “prelevare fondi”.

Anche qui una volta portata a termine l’operazione si dovrà semplicemente indicare l’importo da prelevare e quindi cliccare sul pulsante blu “continua”. Verrà mostrato il modulo di prelievo dove se lo si vorrà si potrà scegliere il metodo di pagamento più idoneo al proprio profilo. Anche in questo caso, premi sul pulsante “invia” e il prelievo sarà completato.

Ultimata l’operazione non resta quindi che attendere l’accredito della somma sul tuo conto entro i tempi indicati per la modalità di pagamento scelta.

Visualizzare stato e storico dei prelievi

Se si è in attesa che i pagamenti da eToro vengano accreditati sul conto, ma si vuole allo stesso tempo verificare che nulla sia andato storto, non si deve fare altro che recarsi alla  pagina denominata: “Portafoglio”. Qui visualizzerai lo storico dei prelievi e le richieste che sono ancora “in corso di revisione”.

Al riguardo, ti informiamo che fin tanto che la richiesta risulta “in corso di revisione” si potrà ancora annullarla, mentre ciò non sarà più consentito una volta che la stessa sarà stata elaborata.

Per Concludere

Riguardo la procedura di prelievo su eToro bisogna dire che essa è molto facile e intuitiva e, soprattutto, in ogni momento disponibile per qualsivoglia operazione si intende effettuare.

L’ampia scelta che si ha tra i diversi metodi di pagamento su eToro: PayPal, bonifico bancario e accredito sulla carta di debito/credito è davvero molto apprezzabile, poiché permette di poterli calibrare anche in base alle tempistiche che ogni opzione prevede.

Uno dei pochissimi punti negativi in relazione alla piattaforma riguarda essenzialmente la commissione di 5$ applicata ad ogni prelievo. A questo riguardo, il costo della commissione può essere effettivamente un po’ troppo alto nel momento in cui si vanno ad eseguire dei prelievi dagli importi assai ridotti.

Il nostro consiglio è pertanto quello di effettuare questo tipo di operazioni raggruppandole ed elevando le somme che s’intende prelevare, in questo modo si riduce al minimo il costo dell’addebito dei 5$ di commissione.

Scalping: Cos’è, Come Funziona, Vantaggi e Rischi

Il trading online può essere un modo assai veloce e profittevole per ottenere dei buoni guadagni ma allo stesso tempo può rivelarsi anche alquanto rischioso per chi lo pratica, ciò implica quindi per chi si affida a questo tipo di metodologia che abbia una grande esperienza e conoscenza dei mercati in cui intende operare. In questi ultimi anni, è andata sempre più affermandosi tra i trader una nuova forma di operatività, che impiega una particolare tecnica di trading in grado di poter far guadagnare in modo molto veloce sia professionisti che anche semplici principianti. Di cosa stiamo parlando? dello scalping naturalmente, questa particolare tecnica associata al trading  consiste nell’aprire e chiudere diverse operazioni su asset diversi in un arco di tempo davvero breve, (solo pochi minuti). Attraverso quest’articolo vi guideremo e vi faremo conoscere quindi cos’è lo scalping, come funziona e su quali mercati usare questa preziosa ed utile tecnica di trading, informandovi inoltre sui vantaggi ed i rischi che comporta nell’usarla. 

Su Plus500, l’uso dello Scalping è vietato.

Cos’è lo Scalping

Lo scalping viene utilizzato sia dai trader esperti sia dai principianti, di solito per aprire e chiudere una determinata posizione su uno specifico strumento finanziario in un lasso di tempo molto breve. Questa pratica, a seconda del soggetto che la utilizza può essere applicata per solo pochi minuti fino anche a qualche ora. Utilizzare lo scalping, significa, sfruttare tutte quelle piccole variazioni di prezzo di quell’asset su cui si è scelto di puntare per incamerare un eventuale profitto in tempi decisamente brevi

Gli scalper, ossia coloro che utilizzano la tecnica dello scalping, scelgono sostanzialmente di effettuare operazioni solo in intraday effettuando transazioni e sfruttando ogni più piccola oscillazione di prezzo dello strumento trattato. La differenza principale tra lo scalping e l’intraday consiste sostanzialmente nella durata molto più breve che si ha nell’aprire e chiudere la posizione, che nello scalping come abbiamo già accennato può durare anche solo pochissimi minuti. 

Come Funziona

La tecnica dello scalping viene usata dai trader in particolare su tutti quegli strumenti denominati CFD, ossia su quei contratti per differenza, proprio per l’elevata volatilità cui questo tipo di strumenti finanziari vanno incontro. Tutto ciò è particolarmente vero e di seguito vedremo quali sono i mercati maggiormente coinvolti  dove è più facile ricorrere a questa particolare forma di trading.

Bisogna anche dire che tutti questi mercati sono caratterizzati da una volatilità estremamente alta, che permette ai trader o scalper che dir si voglia di ottenere profitti da ogni piccola variazione del prezzo dello strumento trattato.

Come abbiamo già avuto modo di scrivere in precedenza, questa particolare tecnica può essere sfruttata anche da chi si è avvicinato da poco al trading in quanto  esula da tutti quei fattori interni ed esterni che influenzano in modo deciso l’analisi del trend di fondo di medio e lungo periodo di un titolo. Questo implica come non sia necessario, quindi essere a conoscenza di tutte quelle notizie finanziarie legate ad un predeterminato titolo ed è sufficiente solo analizzare il trend di quello strumento finanziario facendolo in intervalli di tempo molto brevi. 

Esistono, come vedremo, numerose tecniche di scalping tra cui scegliere, che andremo di seguito ad analizzare, inoltre è importante saper scegliere qual è il momento giusto per operare sui mercati. Usualmente, il momento più opportuno e dove si verifica la maggiore volatilità coinvolge la fascia oraria che va dalle 14 alle 17, ossia quando si aprono le contrattazioni sul mercato americano in concomitanza con le contrattazioni che avvengono nelle borse europee. La maggior parte degli scalper, inoltre, decide di utilizzare la leva finanziaria per massimizzare i profitti anche per le minime somme investite. 

Quando si Usa lo Scalping

Questa cosiddetta tecnica  dello scalping viene utilizzata in particolar modo quando il trader cerca di ottenere dei rendimenti anche piccoli ma in modo costante nel tempo. Ecco perché ogni operazione effettuata richiede solo pochi minuti per essere portata a compimento. Gli investitori scelgono di utilizzare questa metodologia  soprattutto quando sono previsti dei segnali di trend molto forti al rialzo o al ribasso nei principali mercati con elevata liquidità. Non c’è bisogno di ripeterlo, ancora una volta, i traders utilizzano lo scalping per effettuare  le operazioni solo nel momento di maggiore volatilità, dei mercati ossia nelle fasi in cui sono aperti sia i mercati americani che quelli europei. 

Come Fare Scalping

Per effettuare lo scalping è innanzitutto necessario utilizzare la piattaforma di un broker affidabile. In questo caso, il primo passo necessario è quindi quello di scegliere tra i tanti operatori sul mercato un broker online che abbia tutte le autorizzazioni da parte dagli enti regolatori europei come CySEC e CONSOB e che offra la possibilità di fare investimenti in mercati dove è più semplice provare la tecnica dello scalping, di cui parleremo più tardi. Bisogna ricordare, altresì che prima di avvicinarsi a questo tipo di investimenti usando questa modalità di trading è opportuno fare  pratica utilizzando un conto demo in questo modo si potrà avere uno spazio sicuro dove mettere alla prova le proprie conoscenze, senza correre rischio alcuno. 

Per poter iniziare ad operare è, poi, di fondamentale importanza conoscere e saper utilizzare i grafici inerenti ad un qualsiasi asset, andando ad impostare intervalli di tempo molto brevi. Bisogna, quindi, consultare diversi indicatori e oscillatori, come le candele Heikin Ashi e il grafico Renko. Questo ovviamente non è tutto, per individuare il trend nel breve periodo si ricorre anche all’utilizzo delle Medie Mobili Esponenziali, o EMA a 16 periodi e l’altra a 32 periodi. Inoltre, i vari trend dei grafici vengono impostati a M1, M5 e M15, con time frame di 1, 5 o 15 minuti. Tutto ciò serve per individuare il trend  di un asset su cui si  va ad aprire una posizione utilizzando molto spesso  la leva finanziaria, che si va a chiudere pochi minuti dopo. 

Su Quali Mercati è Possibile Operare

Diciamo che non su tutti i mercati può essere utilizzata questa tecnica. Di solito, i mercati su cui è possibile fare dello scalping devono possedere delle caratteristiche ben individuabili dall’operatore come ad esempio: un’elevata volatilità. Per questa ragione lo scalping viene effettuato in particolar modo nei mercati di CFD, dunque principalmente sui contratti derivati, sui mercati valutari Forex, e sul mercato degli indici di Borsa. In taluni casi questa tecnica viene utilizzata anche per operare sul mercato delle criptovalute ed in particolare sul Bitcoin.

Strategie di Scalping

Ritornando a ciò che abbiamo già avuto modo di dire, esistono diverse strategie sullo scalping che un trader può mettere in pratica per effettuare le sue strategie. Tra quelle più usate c’è ad esempio:la Doppia Media Mobile che sovrappone due medie da monitorare sul grafico, una veloce ed una lenta. Questo tipo di strategia permette di individuare facilmente i segnali d’acquisto e di vendita in base all’andamento del grafico sulle medie mobili. 

Una seconda strategia  invece è quella dell’uso delle Bande di Bollinger da parte del trader che fornisce un quadro più completo sull’andamento di un titolo nel tempo garantendo una maggiore probabilità di successo. Infine, una terza strategia molto comune ed in voga  è quella dell’utilizzo dei canali di Donchian, con indicatori molto simili alle Bande di Bollinger che aiutano ad individuare le volatilità di quel particolare asset scelto. Per i principianti del trading è, tuttavia, consigliabile ricorrere agli stop loss e ai take profit per contenere eventuali perdite e ottenere il massimo dei profitti. 

I Vantaggi ed i Rischi che si corrono facendo scalping

Lo scalping ha tanti aspetti interessanti che lo contraddistinguono ma presenta comunque anche dei rischi da non sottovalutare. I principali vantaggi da tener presente sono individuabili nella  facilità di investimento e nella possibilità di mantenere sotto controllo il capitale utilizzato. Altro aspetto interessante è la velocità con cui si effettuano le operazioni di compravendita, oltre al fatto che non è assolutamente necessario seguire nessuna notizia proveniente  dal mercato o essere degli esperti nel trading online. Questo tipo di operazione c’è da dire, comporta anche un’elevata pressione psicologica per la velocità con cui bisogna prendere delle decisioni sulle eventuali posizioni da aprire, per cui si corre il rischio di subire delle perdite, seppur contenute.

Social Trading, cos’è? e perché può aiutarti a guadagnare molto.

Esistono soltanto due modi differenti per guadagnare facendo Trading: il primo è quello di trascorrere molto del proprio tempo a studiare e a formarsi su questo specifico argomento, rinunciando però in questo modo a parte degli svaghi e dei piaceri della vita da trascorrere in compagnia degli amici, il secondo quello di iniziare affidandosi in modo sbrigativo a degli esperti che ottengono profitti copiando tutte le loro operazioni

Il Social Trading non è su Plus500

Il social trading si basa in gran parte su questo secondo innovativo modo di pensare che porta a far si che anche il trader inesperto si senta certamente più sicuro nelle operazioni che va ad effettuare.

Ovviamente  quando si parla di Piattaforme Sociali intendiamo riferirci in particolare ai vari Facebook, Instagram, Twitter, Instagram e quant’altro dove si è soliti trascorrere gran parte del proprio tempo in compagnia degli amici, guardando i loro post e leggendo le loro storie.

Bene! l’idea alla base del social trading  è praticamente simile, solo che qui invece degli amici possiamo seguire giornalmente i trader più esperti che ci interessano, guardandoli in azione mentre effettuano sui mercati le loro innumerevoli operazioni. 

Si può, dunque decidere di seguire il trader che ha dimostrato maggior affidabilità nel corso del tempo, oppure semplicemente colui che ha ottenuto i maggiori profitti negli ultimi mesi.

E’ davvero importante saper scegliere il trader giusto, grazie al social trading, saremo in grado  di comportarci esattamente come lui, ripetendo in pratica tutto ciò che esso riterrà opportuno fare per eseguire le strategie di trading vincenti.

Quindi, acquisti e vendite verranno effettuate in automatico con quanto fatto dal professionista.

E tutto ciò mentre si è impegnati con il lavoro o quando si sta solo riposando. Con questo video ti faccio vedere meglio in cosa consiste il copytrading

Vedi la classifica dei migliori trader, vedi i loro profitti in un dato periodo di tempo e cliccando sul “+” puoi iniziare a seguirli, tutto in automatico.

I migliori trader sociali etoro

La somma da investire sul mercato la decidi ovviamente tu seguendo il trader prescelto, e puoi impostare un limite massimo di perdita. Questo ti permette, qualora il trader non dovesse rivelarsi quello giusto, magari perché perde del denaro durante le operazioni, di interrompere il processo di copiatura in automatico.

Seguendo questo tipo di schema è importante capire che la copiatura dell’operazione è in proporzione al capitale posseduto. In altre parole questo schema presuppone che se il trader  di cui hai deciso di fidarti ha un capitale molto elevato,  €500.000, e compra un pacchetto di azioni per €50.000, non sei tenuto in automatico a spendere €50.000 ma sarà tutto in proporzione al capitale a tua disposizione. Quindi se hai €5.000, andrai a comprare quel tuo pacchetto di azioni per un valore pari a €500.

Sulle operazioni puoi impostare un limite di stop loss, ovvero quella cifra di perdita che sei disposto a sostenere.

Perché scegliere il Social Trading

Il social trading è adatto per:

chi è fondamentalmente un principiante e non si sente ancora sicuro con il trading;

chi vuole capire come gestire gli investimenti nello stesso modo dei trader professionisti;

chi vuole aumentare semplicemente i propri profitti. Su molte piattaforme di Social Trading viene dato un compenso ulteriore a quei trader che hanno riportato i risultati migliori in un certo periodo di tempo.

In questo video trovi tutte le info:

https://youtu.be/36MSqdOtZtQ

Puoi iniziare a copiare i migliori sin da subito: 

scopri i migliori copytrader etoro

Scopri come iniziare a fare social trading, Maggiori Info

Scegliere il trader migliore da seguire

Prima di preferire un trader ad un qualsiasi altro, ricordati sempre che questo professionista, in qualsiasi sorte, avrà la possibilità di indirizzare i tuoi investimentiQuindi devi prima in qualche modo fidarti e seguire le sue operazioni. Molto importante è dunque, capire in che modo lo stesso abbia ottenuto la sua performance sul mercato e soprattutto vedere se nelle settimane seguenti riconferma la sua affidabilità. Profitti elevati frutto dell’azzardo non sono apprezzati ed è meglio stare alla larga.

Questo ti fa capire quanto sia importante investire qualche minuto del tuo tempo per ricercare il profilo giusto su cui scommettere e non affidarsi al trader solo perché in quel momento si trova al top della classifica.

Il valore che può fare la differenza è la costanza. Oscillazioni mensili delle performance di un trader che vanno dal +7%, al +21%  al -55% nel corso dei mesi non sono un buon biglietto da visita.

Numero di copiatori

Altro fattore determinante è da tener presente è dato dal numero di copiatori che seguono quel trader.  In effetti quasi tutti compiono i tuoi stessi passi  prima di iniziare a seguire stabilmente  quel particolare trader. Avere molto seguito è sinonimo di grande affidabilità e sicurezza.

Seguire un professionista del trading significa capire le sue preferenzeovvero dove gli piace più operare sui mercati.

Come puoi vedere in figura sopra, il trader preso in considerazione fa trading principalmente su azioni. Inoltre, puoi notare anche su quali tipologie di azioni fa trading e questo può essere a prescindere un ottimo strumento per imparare.

Scopri il Social Trading con Etoro. Maggiori Info.

Non tutte le piattaforme di trading mettono a disposizione dei clienti questa particolare forma d’aiuto sociale nell’investire i propri soldi come avviene nel caso specifico di EToro , questo è particolarmente vero per Plus500 che adopera invece altri tipi di strumenti per aiutare i suoi clienti a scegliere ed effettuare bene i propri investimenti.

Trading Online: Quanto si potrebbe guadagnare

Quante volte vi sarà capitato nel corso della giornata di pensare anche solo per alcuni brevi momenti, a quale vita agiata e meravigliosa possano condurre i più grandi professionisti del trading online: tra spiagge esotiche assolate, computer portatili sempre in bella vista, circondati da belle donne e drink rinfrescanti.

Tutto questo magari dopo aver sfogliato la classica rivista finanziaria o soltanto un semplice giornale, nelle cui pagine interne tra i tanti messaggi pubblicitari, lo sguardo si era per un attimo soffermato su uno di quei molti annunci inseriti in bella vista e studiati appositamente per attrarre lo sprovveduto:

“Disoccupato riesce a guadagnare 10.000,00 euro in poco tempo con il trading. Costruisciti anche tu una rendita operando con le valute”.

Talmente bello, che a leggere l’annuncio si resta alquanto increduli e si fa bene, visto che non tutto quello che viene riportato nel trafiletto è veritiero, d’altro canto che bisogno ci sarebbe di pubblicizzarlo in quel modo così tanto pomposo ed esagerato?

La realtà è invece un’altra e cioè che nella maggior parte dei casi ai gestori dei principali siti sul Trading specializzati interessa solo che tu sia invogliato ad iscriverti sulle loro piattaforme, che poi tu sia in grado o meno per un qualsivoglia motivo di saper svolgere questa attività, non è affar loro, il guadagno in questo caso è stato già ampiamente realizzato, grazie alla scelta che tu stesso hai compiuto.

Ovviamente esistono professionisti che vivono agiatamente di questo, grazie al costante studio ed allo sviluppo di particolari tecniche che nel tempo gli hanno reso degli ottimi profitti. Il Trading non è affatto semplice come si possa credere e può comportare anche delle perdite sugli investimenti nonostante sia reso comunque accessibile a tutti, grazie alle nuove tecnologie.

Ai miei tempi avevo tra gli amici, alcuni trader che operavano in borsa usando il Telex, sicuramente i più giovani non sanno certamente di cosa sto parlando. Il Telex era un misto tra il vecchio fax ed il televideo e sfruttava la linea telefonica per fornire dei dati in tempo reale, ahimé sembra quasi un’altra epoca quella di cui vi sto parlando, ma a quei tempi era la consuetudine non c’era ancora internet e ci voleva un po’ più di fantasia e capacità per ingegnarsi, oltre ai capitali per investire in borsa.

Oggi è tutta un’altra cosa, in particolare dopo l’arrivo in ogni casa di connessioni super veloci e di tutta una serie di nuove tecnologie che hanno reso tutto sicuramente più semplice, attenzione! ciò non significa che questo lavoro o hobby che dir si voglia sia comunque alla portata di tutti.

Innanzitutto bisogna avere le competenze, per affrontare le turbolenze dei mercati e bisogna studiare un minimo per potersi avvicinare con accortezza a questo mondo, esistono dei libri che ti possono insegnare le nozioni fondamentali per iniziare, come esistono dei siti di video in rete (YouTube) dove si possono trovare molti tutorial di bravi trader che ci insegnano ad usare gli strumenti necessari per iniziare a fare trading, indicandoci la strada da seguire e dei quali far tesoro ed anche approfondire.

Innanzitutto, per poter fare trading su azioni, materie prime e valute bisognerà prima iscriversi su dei portali i cui broker sono ben conosciuti, in rete ce ne sono davvero molti, e informarsi se essi sono appartenenti a società solide e legali e non dalla dubbia provenienza, dai quali invece stare attenti.

Il consiglio per un neofita è quello di iniziare usando in principio solo dei conti demo, stando ben attenti a non farsi sedurre troppo facilmente, da eventuali profitti che potrebbero farci perdere il senso della misura. Quando si inizia bisogna informarsi ed avere molta pazienza nello studiare le tecniche più adatte da usare nel trading e fare tanta pratica, solo in questo modo si potrà poi passare ad investire sul conto reale da voi precedentemente attivato.

L’eventuale profitto dipenderà certamente da diversi fattori, come ad esempio: dal capitale investito, più investi più potrai guadagnare, ma stando ben attento anche al contrario. Un altro fattore da tener presente quando si svolge questa pratica è il tempo dedicato, c’è infatti chi lo considera soltanto un hobby che gli può servire per arrotondare ed altri invece che lo considerano un vero e proprio lavoro.

Sui tanti giornali in questi anni ci sono episodi davvero eclatanti di cronaca riportati su questo argomento a testimoniarlo, ad esempio l’episodio di: “un bancario che aveva lasciato la propria banca per dedicarsi completamente al Trading a tempo pieno, era riuscito a guadagnare molto, cosa che con un piccolo stipendio da impiegato non avrebbe mai potuto realizzare, per poi finire morto suicida perché aveva perso i suoi soldi e quello di molte persone che si erano fidate di lui”.

Mai lasciarsi andare a colpi di testa, azzardare qualche operazione può andar bene, ma solo se state usando il vostro capitale, ricordate che fare trading sulle azioni, materie prime o valute non è mai semplice, oltretutto quando i soldi non sono vostri ed il livello di tensione e stress può essere molto alto.

Accorgersi di essere capaci può portarvi a farlo diventare un vero e proprio lavoro, ma ricordate che ci vorrà del tempo, e che per operare per conto di altre persone serviranno delle qualifiche speciali.

Il trading segue delle regole matematiche, che bisogna conoscere e studiare oltre che saperle applicare, ma che non sono infallibili, esse si basano semplicemente su dei fondamenti statistici di una certa rilevanza.

Se volete iniziare, provate all’inizio con poco, magari rinunciando a soldi che usavate per altri sfizi non indispensabili, se li perdete pazienza, almeno non ne avrete subito un grosso danno.

Plus500: Broker online – la recensione

Senza alcun dubbio Plus500, può essere annoverato, certamente tra i più interessanti e qualificati broker finanziari che offrono (CFD), attualmente presenti sul mercato.

E’ attraverso l’utilizzo di questo specifico tipo di servizi messi a disposizione che i clienti possono svolgere la loro operatività investendo piccole o grandi somme di denaro sulle attività sottostanti quotate nelle principali piazze finanziarie mondiali.

La sua innovativa piattaforma di trading online è ormai riconosciuta dagli esperti come un qualcosa di veramente sbalorditivo e che proietta nel futuro chi vuole realmente investire il proprio capitale. La popolarità ed il fascino raggiunti, non conoscono confini.

Il merito di ciò è da ascrivere, in gran parte alle sofisticate tecnologie adoperate che oltre ad averle conferito quell’aspetto interessante le hanno permesso di poter raggiungere dei livelli di affidabilità molto alti, direi perché no! da primi della classe. Offrire, dunque ai clienti dei livelli operativi di indubbia qualità è stato solo la naturale conseguenza.

Di notevole interesse, l’affidabilità mostrata nelle prestazioni offerte, che la elevano ben al di sopra delle altre appartenenti alla sempre agguerrita concorrenza.

Le caratteristiche principali che contraddistinguono Plus500 ( l’82% dei conti degli investitori al dettaglio perde denaro quando fa trading di CFD con questo fornitore. Dovresti considerare se puoi permetterti di correre il rischio elevato di perdere i tuoi soldi.) dagli altri broker è l’offerta riservata ai clienti, i quali possono aprire una propria tipologia di conto, ognuno con dei requisiti ben specifici .

Di seguito, vi spiegheremo tutto quello che c’è da sapere sul famoso broker Plus500 e sulla sua incredibile piattaforma di trading online.

Con Plus500, investire il proprio capitale sui mercati finanziari può essere sicuramente una grande opportunità da saper cogliere al volo, ma allo stesso tempo può rappresentare in alcuni casi anche una grave fonte di stress e pericolo, in quanto si può incorrere in determinate circostanze anche in delle cospicue perdite, basta soltanto aver chiari dunque fin dal principio quali sono i principali punti di forza presenti sulla piattaforma che ci possano aiutare nell’operatività e quelli magari da rivedere, in quanto più rivolti al rischio e non perfettamente in linea con il nostro profilo d’investitori, dell’interessante broker di CFD.

Uno degli aspetti più importanti e che merita di essere tenuto nella giusta considerazione dal cliente è che Plus500 è un broker CFD registrato in Consob. Questo serve a far si che i clienti possano operare sui mercati finanziari anche dal nostro paese.

Pertanto i clienti che vogliono iscriversi a questa piattaforma sono pienamente tutelati sia dal punto di vista legale che per quanto concerne l’affidabilità delle prestazioni, in quanto Plus500 si attiene ai regolamenti stabiliti da organi di controllo come la FCA  e la Cysec.

Per chi non conoscesse la FCA possiamo dire che è la massima autorità di regolamentazione con sede in Gran Bretagna, con standard di controllo molto restrittivi.

Plus500 UK LTD, è iscritta nei registri dell’FCA con il n° 509909 quindi è pienamente autorizzata a svolgere presso il pubblico le funzioni di broker finanziario.

Per quanto riguarda la Cysec, organismo altrettanto conosciuto e con sede a Cipro, Plus500 CY LTD con sede a Limassol ha ottenuto anche quì la licenza n. 250/14 che gli consente di poter offrire i suoi servizi di broker sul mercato.

Le licenze richieste ed ottenute da Plus500 attraverso le varie autorità gli consentono di poter operare su tutto il territorio europeo, in particolare nei paesi UE.

Ovviamente Plus500, ha interessi in moltissimi paesi del mondo, dove è ben presente avendo ottenuto tutte le necessarie autorizzazioni che le consentono di poter operare nella piena legalità.

Vediamo in sintesi quali sono:

  • Autorità Monetaria di Singapore
  • FSCA Ente di controllo Sudafricano
  • FMA  organismo di controllo neozelandese
  • ASIC  Ente di controllo australiano

Fare trading attraverso Plus500 ovunque nel mondo si è ubicati è dunque legale, sicuro, (si ha la garanzia di essere protetti tramite SSL da eventuali attacchi hacker) e certamente anche profittevole dal punto di vista finanziario è ovvio che non bisogna mai dimenticare anche gli alti rischi che si corrono quando si opera con i CFD.

WebTrader, la piattaforma di Plus500

“L’82% dei conti degli investitori al dettaglio perde denaro quando fa trading di CFD con questo fornitore. Dovresti considerare se puoi permetterti di correre il rischio elevato di perdere i tuoi soldi.”

WebTrader Plus500, Signori! è tra le piattaforme usate per fare trading, quella che al momento fornisce le più ampie garanzie di protezione ed affidabilità, quando si incomincia con l’affrontare l’operatività sui mercati.

Può essere usata in tanti modi, tutti differenti, dal pc, oppure interagendo con i dispositivi mobili, quali smartphone e/o tablet.

In particolare per chi è abituato a smanettare con i dispositivi mobili, Plus500 mette a disposizione degli utenti la sua app, facilmente raggiungibile fruendo del download, sia accedendo dal sito di Google Play Store che da Apple Store.

Tra i pregi principali di questa app usata in particolare da chi possiede gli smartphone c’è l’aggiornamento costante da parte del produttore che consente un livello di efficienza molto alto in grado di soddisfare qualunque esigenza da parte di chi fa trading.

La piattaforma WebTrader come dicevamo è davvero eccezionale, il cliente può infatti, contare su una maggiore rapidità d’esecuzione negli ordini effettuati senza che si rischi pericolosi salti di linea sempre possibili in alcuni frangenti, ed evitare così il requote.

Questo è un dato da tenere in forte considerazione, perché si evitano in questo modo molti dei ritardi nell’esecuzione degli ordini impartiti tramite la sola piattaforma.

Attenzione, molto spesso, questo tipo di inconvenienti non sono da imputare a Plus500 e potrebbero derivare da problemi dovuti  soltanto ad una connessione internet troppo lenta, cui il broker nulla vi può fare.

Su WebTrader, oltre al conto deposito con soldi veri, si può accedere anche a quello demo, un’opportunità davvero eccezionale in quanto su quest’ultimo ci si potrà esercitare, preparandosi, in attesa di passare poi su quello in cui avete effettivamente depositato il vostro denaro.

Sul conto demo, potrete dunque, esercitarvi ottimizzando al meglio il vostro tempo, per fare formazione e studiare così le diverse strategie di trading, tutto questo per essere pronti ad usare quanto prima il vostro conto, quello dove avete versato il vostro capitale per investire.

Su Plus500, esistono in base ai diversi profili di rischio, due differenti tipologie di conto:

  • Il Conto demo
  • Il Conto retail e/o professionale

Per quanto riguarda il conto demo come abbiamo già avuto modo di scrivere in precedenza, esso serve essenzialmente per fare delle esercitazioni di trading. Il conto demo Plus500 può essere utilizzato infatti, senza limiti di tempo ed è assolutamente gratuito.

Su questo conto, Plus500 mette a disposizione dei clienti un capitale virtuale di ben 40 mila euro da poter utilizzare per esercitarsi nelle varie operazioni di compravendita sul mercato, ovviamente questa cifra serve per non farvi rischiare inizialmente il vostro capitale.

Quindi nessuna paura di perdere i vostri soldi, in questo caso, in quanto anche se si sbaglia a fare degli investimenti il capitale utilizzato è soltanto virtuale.

Lo scopo principale del conto è quindi quello di farvi fare esercitazioni senza che vi dobbiate preoccupare di sbagliare, il conto inoltre si rigenera nel caso dovessero finire i soldi, per investimenti mal riusciti.

Il saldo sotto il quale il conto demo si rigenera in automatico è di 200 euro, questo vi permette quindi di poter continuare con le esercitazioni, in particolare, nei primissimi tempi di accesso alla piattaforma.

Per utilizzare il conto demo si può scegliere di usare l’account gratuito di google o  anche facebook già in vostro possesso, ma nel caso non siete troppo convinti della scelta si può sempre creare un nuovo account inserendo il vostro indirizzo email e selezionando una nuova password.

Questi i principali aspetti positivi dei conti demo:

  • Non hanno limiti
  • Restano attivi, senza limiti di tempo
  • Non possono essere chiusi nonostante non si utilizzano per un certo periodo di tempo.

L’unico vero piccolo inconveniente che possiamo riscontrare quando si sceglie di fare investimenti simulati usando il conto, è che si notano fin da subito alcune significative differenze, nel compiere le operazioni, in questi casi la totale mancanza di ansia, di paura ed adrenalina può risultare naturale visto che il capitale usato è solo virtuale.

Se andiamo a rivedere gli investimenti fatti in questo modo, scopriamo che le operazioni di trading simulate hanno le stesse identiche caratteristiche di quelle reali, non vi è nessuna differenza perciò tra le quotazioni degli assets che andiamo a contrattare che sono perfettamente allineate a quelle di mercato.

Un aspetto da non sottovalutare e che rispecchia la reale differenza che esiste tra un conto demo Plus500 e quello delle altre molteplici piattaforme presenti sul mercato.

Infine, bisogna ricordare che per i conti demo le operazioni virtuali causa manutenzione che avviene di solito ogni cinque settimane, all’incirca, vengono chiuse in automatico e si deve ripartire.

Ovviamente per quelle realmente effettuate tramite il vostro conto effettivo, rimane tutto come era prima e cioè senza nessuna alterazione delle vostre operazioni effettuate.

Il Conto al Dettaglio

Il conto al dettaglio invece, è aperto a tutti basta solo che si effettui un versamento dell’importo di 100 euro per il deposito iniziale con il quale è possibile effettuare gli investimenti in modo reale.

Il Conto Retail di Plus500

Per quanto riguarda questa tipologia di conto essa viene messa a disposizione del pubblico che intende effettuare fin da subito delle operazioni o dopo aver approfittato della simulazione offerta dal conto demo.

Aprire questo particolare tipo di conto richiede una serie di operazioni abbastanza complesse, che non sono affatto richieste per quello demo, ( come la presentazione di un id o la verifica della residenza oltre a dover leggere dei documenti e un questionario) per utilizzarlo poi basta solo effettuare un deposito utilizzando i seguenti modi:

  • Con gli e-wallets
  • Con il bonifico
  • Con la carta di credito

Tra gli e-wallets più conosciuti possiamo trovare Paypal, MyBank e Sofortuberweisung che possono essere usati all’occorrenza, l’importante e ricordarsi che bisogna rispettare sempre la soglia minima di 100 euro per effettuare il primo deposito.

Per i bonifici bancari, il deposito minimo si innalza a 500 euro. Questa cifra può risultare alquanto alta ma serve al broker per coprire eventuali commissioni sul versamento che la banca del cliente potrebbe imporre.

In ultimo, utilizzando il versamento tramite carta di credito con Mastercard o Visa il deposito minimo richiesto è di soli 100 euro.

Da non sottovalutare mai, quando si fanno i raffronti con i vantaggi offerti da Plus500, che il compenso dovuto al broker sulle operazioni effettuate facendo trading viene calcolato soltanto facendo riferimento allo spread applicato in quel dato momento sulla compravendita dello strumento finanziario prescelto. Per operare, è richiesta solo la copertura di un margine operativo. Per saperne di più sui costi e le commissioni invitiamo i lettori a visitare questa pagina presente sul sito dell’azienda.

Scegliere Plus500 è davvero l’ideale per chi si vuole avvicinare al trading, facendolo in modo professionale, in particolare si segnala la quota estremamente bassa che il broker richiede sul deposito, pari a solo 100 euro. Interessante per chi vuole iniziare ad investire partendo da cifre assai ridotte.

Condizioni previste per le transazioni sul conto retail

Plus500 è annoverato tra i broker ESMA, questo è molto significativo in quanto la piattaforma s’impegna a rispettare le norme e ad attuare le restrizioni stabilite dall’ESMA.

L’European Security and Markets Autority è l’autorità che sovrintende alla Sicurezza ed i Mercati in europa.

Le norme e le restrizioni imposte impattano sull’operatività dei trader retail, in quanto al momento dell’apertura dell’account sarà necessario sottostare a particolari limiti per quanto riguarda l’uso della leva.

Le condizioni:

  • Massimo 2 a 1 per le monete virtuali
  • Massimo 30 a 1 per le principali coppie di valute
  • Massimo 5-1 per le azioni singole

Di particolare rilievo anche il limite di 20 a 1 in riferimento ai principali indici azionari, all’oro ed alle coppie di valute secondarie.

Per gli indici minori e le materie prime fatta eccezione per l’oro si applica la leva di 10 a 1.

Da considerare tra gli altri aspetti in relazione ai conti retail la possibilità di chiusura operativa del margine.

Ciò significa, che il broker chiude una posizione aperta in modo automatico nel caso che il margine complessivo sfori il limite del 50% dello stesso fissato in partenza.

Il margine si riferisce a soldi veri che vengono ritirati a garanzia del pagamento qualora l’investimento risultasse essere sbagliato.

Questa manovra serve nello specifico a tutelare il trader che in caso di assenza di questi margini si ritroverebbe a dover ripagare debiti proprio perché il suo conto sarebbe in negativo.

Conto Professionale

Quest’ultimo tipo di conto è pensato per i professionisti del trading e quindi non è accessibile a tutti: per poterlo aprire si ha quindi bisogno di alcuni particolari requisiti ben identificati, che vedremo di capire continuando a leggere.

Questa è un opportunità riservata come dicevamo ai soli trader professionisti.

Per poterne usufruire bisogna rispettare almeno due, se non tutti e tre i requisiti previsti dal broker:

  • Avere fatto almeno un anno di esperienza, nell’ambito dei servizi finanziari:
  • Disporre di un portafoglio relativo a strumenti finanziari non inferiore al mezzo milione di euro.
  • Ultimo, quello di aver effettuato nel corso dell’ultimo anno, non meno di dieci transazioni in riferimento a ciascun trimestre.

Riguardo quest’ultimo requisito non vi è obbligo che le transazioni siano state effettuate tramite la piattaforma Plus500.

Le operazioni possono essere anche avvenute attraverso altri broker, l’essenziale è riuscirlo a dimostrare.

A tal proposito, per quanto invece riguarda il portafoglio relativo agli strumenti finanziari che deve arrivare al tetto di almeno 500 mila euro, va specificato che questa cifra non deve essere depositata, ma deve solo essere la somma totale degli assets detenuti in portafoglio.

Questi requisiti piuttosto rigidi hanno un loro motivo di esistere, in quanto chi vuole lavorare professionalmente nel settore del trading online deve accettare di privarsi di alcuni suoi diritti.

Per farla breve, i trader professionisti accettano di privarsi di alcuni diritti loro spettanti in modo consapevole rinunciando ad eventuali compensazioni nel caso il broker dovesse rivelarsi inadempiente a fronte di altri vantaggi, che ai retail non vengono concessi come l’uso nelle operazioni di compravendita, di leve finanziarie, con limiti più alti.

Su questi tipi di conto non si ha diritti di ICF

Costi e Commissioni

Per quanto riguarda i costi e le commissioni, come è stato già scritto in qualche paragrafo precedente, Plus500 permette ai propri clienti iscritti alla piattaforma di fare trading potendo contare solo sull’applicazione di costi minimi dovuti per lo più alla variabilità dello spread calcolato in quel dato momento.

Ciò vuol dire che Plus500 in qualità di broker market maker azzera i costi di negoziazione che tu trader saresti tenuto a pagare sul mercato reale, ottenendo però in cambio che il suo guadagno avvenga attraverso la modifica del margine sugli spread degli strumenti finanziari che vengono trattati.

Esempio AssetCommissioni (spread)
Titoli USASpread di 0.51 pips*
EUR/USDSpread di 0.6 pips*
US fondi tech –
Fee di inattività€10 al mese dopo i 3 mesi di inattività

* Gli spread possono variare – Potrebbero essere applicati altri costi e spese. Maggiori informazioni su: https://www.plus500.com/en-CY/Help/FeesCharges?productType=CFD”.

Costi di Negoziazione

I costi di negoziazione di Plus500, come abbiamo già avuto modo di scrivere, sono abbastanza ridotti e tra i più competitivi, sul mercato. In realtà, Plus500 addebita al cliente delle commissioni, quel che noi definiamo “commissioni” in realtà sono solo il classico spread di mercato dell’asset cui si riferisce e sul quale s’intende investire.

Lo spread è in pratica la differenza tra il prezzo di acquisto (Ask) e il prezzo di vendita (Bid). È su questa differenza di prezzo che i broker market maker come Plus500 ottengono il proprio guadagno. Inoltre, si tenga conto che gli spread di mercato possono variare a discrezione dello stesso broker.

Costi ulteriori

I costi sotto indicati possono essere applicati al tuo conto, a secondo di come svolgi la tua attività di trading:

• Spread di Acquisto / Vendita
• Finanziamento di overnight
• Costo di conversione di valuta
• Ordine di stop garantito
• Costo per inattività

Finanziamento overnight

Un certo importo per il finanziamento di una posizione overnight viene aggiunto o detratto dal tuo conto quando si intende aprire una posizione dopo una certa ora (chiamata “Ora di finanziamento di overnight”).

Costo di conversione di valuta

Plus500 addebiterà un costo di conversione di valuta per tutte le diverse operazioni di trading effettuate su strumenti denominati in una valuta diversa da quella del tuo conto. Il costo di conversione di valuta si rifletterà in tempo reale nel profitto e perdita non realizzato di una posizione aperta. Puoi leggere ulteriori informazioni in materia qui.

Ordine di stop garantito

Questo tipo di ordine unico è usato per aiutarti a gestire i rischi garantendo il livello di stop loss. Se scegli di usare questa opzione, (nota che poichè garantisce che la tua posizione si chiuda a un tasso richiesto specifico, è soggetto a uno spread maggiore). Puoi leggere ulteriori informazioni su questo argomento qui.

Commissioni di inattività

Le commissioni di inattività sono in linea con quanto praticato da tutti gli altri broker. Il costo è relativamente basso, dato che dopo 3 mesi di inattività è previsto l’addebito in conto di una commissione di soli 10€.

Costi di prelievo su Plus500

Per quanto riguarda il prelievo, avrete a disposizione la possibilità di poter effettuare un certo numero di prelievi gratuiti al mese (5) dal vostro conto, superata tale soglia il broker si riserva il diritto di addebitare delle commissioni sull’eccedenza delle operazioni eventualmente effettuate. Plus500 non addebita alcun costo per i bonifici bancari. È possibile che la banca o l’emittente dei pagamenti addebiti dei costi durante il trasferimento di denaro, da e verso il proprio account Plus500, che non dipendono però dal broker.

Plus500 è una piattaforma davvero ottima per fare trading, basta guardare solo alcuni numeri:

  • Oltre 300 milioni di posizioni che sono state aperte
  • Volumi di Trading arrivati a oltre 800 miliardi di euro
  • Oltre 400 mila i clienti attivi

Numeri e statistiche alquanto impressionanti e che fanno capire, quanto Plus500 sia considerato un broker assai affidabile dal mercato.

Se si vanno poi a rileggere molti dei commenti rilasciati dagli utenti sui vari forum e siti del settore si capisce perché questo broker è così amato ed apprezzato, in effetti  troviamo solo entusiastiche recensioni da parte di chi già è cliente e quindi ha provato questa ottima piattaforma.

Tra le caratteristiche principali che rendono Plus500 così affidabile vi è senza dubbio la trasparenza che rende il broker un vero unicum, nel panorama finanziario.

You have not selected any currencies to display